Aligi Sassu

Aligi Sassu

Milano, 1912 - Pollenca, 2000
Ricevi aggiornamenti
new!

Aligi Sassu si avvicina all'arte grazie al padre, grande appassionato di pittura, che nel 1919 lo porta con sé all’Esposizione Nazionale Futurista presso la galleria Moretti di Palazzo Cova. Nel 1921 la famiglia si trasferisce in Sardegna. Lì frequenta la scuola elementare e conosce i cavalli i quali, uniti ai colori caldi, saranno la costante nella sua pittura.
Dopo circa tre anni di permanenza in Sardegna la famiglia decide di ritornare a Milano. Grazie all’amico e designer futurista Bruno Munari, Aligi Sassu conosce Tommaso Marinetti che, nel 1928, lo invita alla Biennale di Venezia presentando "Nudo plastico" e "L’uomo che si abbevera alla sorgente". Sempre in quest’anno Aligi Sassu insieme all’amico Munari firma il manifesto della pittura “Dinamismo e riforma muscolare”. A questo punto decide di frequentare l’Accademia di Brera conoscendo Lucio Fontana, iniziando a studiare Picasso e la pittura di Velàzquez.
Fra il 1927 ed il 1929 dipinge prevalentemente opere di piccolo formato che hanno come soggetto lo sport, le industrie e le macchine. Nascono in questo periodo I Ciclisti, I Minatori, L’operaio, I pugili e gli Uomini rossi.
Nel 1930 assieme a Sbardella, Manzù, Nino Strada, Candido Grassi e Gino Paucheri, riesce a presentare la sua prima collettiva recensita da Carlo Carrà. Nel 1934 Aligi qualche mese a Parigi conoscendo la pittura di Matisse, Gèricault, Delacroix e Cezanne. Immediatamente riconoscibile nella pittura di Aligi Sassu sono le battaglie dipinte da Delacroix.
A seguito di un periodo abbastanza turbato torna ad esporre nel 1941 presentando al pubblico gli Uomini rossi (i quali appartengono al ciclo “magico” che l’autore dipinge personaggi intenti a fare giochi e comuni passatempi) presso la “Bottega di Corrente”. Nel 1947 si trasferisce a Varese dove lavora alacremente dipingendo I Caffè e Memorie di Parigi. In questo frangente si dedica alla scultura. Attorno agli anni Sessanta inizia il suo periodo spagnolo con le Tauromachie e i personaggi mitologici.

1626
Totali aggiudicazioni

Aligi Sassu prezzi aggiornati

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 5 anni

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni

2022
2023
2024

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Pittura

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Litografia / Serigrafia

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Scultura

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Disegno

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Tecnica mista

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Aligi Sassu aggiudicazioni

Aligi Sassu Vendite in Asta: ultime aggiudicazioni

Img Opera Categoria Data Ultima offerta
La deposizione
69 x 49, 1979
Pittura 16/06/2024 €1.100
Xenia l'angelo torbido
50 x 60, 1964
Pittura 12/06/2024 €2.600
Figura
34 x 45, 40
Disegno 11/06/2024 €625
Cavalli
21 x 33 x 2,
Litografia / Serigrafia 06/06/2024 €70
Il tavolo giallo (Caffe)
44.5 x 61, 1942
Pittura 31/05/2024 €5.200

Aggiudicazioni ultimi 12 mesi

Aligi Sassu valutazione opere

VoR
ULTIMO AGGIORNAMENTO
18 Giugno 2024
ValutaOpere Rating (VoR): un dato sintetico che indica commerciabilità, solidità e crescita del prezzo
Percentuali opere per categoria
Potresti essere interessato a