Francis Bacon

Francis Bacon

Dublino, 1909 - Madrid, 1992

Non esiste pittore che meglio di Francis Bacon abbia raccontato i tempi fragili e privi di orizzonte. E' stato senza dubbio il più grande pittore del secolo scorso, dal momento che nessuno ha saputo raccontare in modo lucido il disfacimento dell’individuo quanto lui. Un pittore eterno, dal momento che i suoi dipinti sembrano stati dipinti ieri, oggi, domani. Alla fine degli anni Venti si trasferisce a Parigi per studiare alcuni celebri artisti. Alla visita del Museo Condè rimane folgorato dall’espressione di dolore visibile nell’opera "La strage degli innocenti" di Nicolas Poussin. Nel 1927 visita la mostra di Picasso alla galleria Poul Rosenberg, sempre a Parigi, che lo spinge a disegnare e dipingere seguendo l’impronta cubista.
Nel 1929 torna a Londra e si afferma come designer d’interni. La sua prima personale è organizzata nel 1934 presso la Sunderland House di Londra. Sul finire degli anni Trenta e i primi anni Quaranta distrugge molti suoi quadri sospendendo la pittura, riprendendola nel 1944 con continuità. Il surrealismo condiziona le sue opere realizzate nella seconda metà degli anni Quaranta.
Sesso, violenza e miseria interiore sono i temi prediletti dell’autore che sembra essere uscito dal sottosuolo dostoevskiano. La sua cifra stilistica mette a nudo l’esistenza umana: se da un lato la modernità ha condotto l’uomo sulla luna e reso confortevole la quotidianità, dall’altro l’uomo è rimasto lo stesso ossia vittima imperitura delle paure, ossessioni, vizi e impulsi di morte. L’essere umano nelle opere di Francis Bacon è costretto da spazi sterili e asettici, nei quali tutto può accadere e l’autore fonde l’essere umano all’animale.
Le sue figure appaiono smarrite, ripiegate su stesse, sfigurate, costrette a stare dentro stanze anguste, quasi senza ossigeno. I corpi di Francis Bacon appaiono carne putrefatta, residuo della minaccia. Ultimo vorticoso respiro. La sua arte restituisce un messaggio sprezzante che coinvolge tutto l’umano essere: l’artiglio della sorte può colpire chiunque.
Nonostante Francis Bacon sia stato l’artista più pessimista di sempre, quello dell’angoscia e del tormento, ha continuato a credere nell’amore fino all’ultimo, scegliendo di morire a Madrid.

79
Totali aggiudicazioni

Francis Bacon prezzi aggiornati

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 5 anni

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni

2020
2021
2022

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Litografia / Serigrafia

Formato 2020 2021 2022
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Disegno

Formato 2020 2021 2022
Medio formato

Francis Bacon aggiudicazioni

Francis Bacon Vendite in Asta: ultime aggiudicazioni

Img Opera Categoria Data Ultima offerta
Seated Figure
133x99cm,
Litografia / Serigrafia 06/07/2022 €6.600
L'Homme au lavabo
67x52cm,
Litografia / Serigrafia 24/05/2022 €8.500
Portrait de Michel Leiris
67x52cm,
Litografia / Serigrafia 24/05/2022 €13.000
Portrait de Michel Leiris
67.5x52cm, 1976
Litografia / Serigrafia 30/11/2021 €11.000
Autoritratto
102 x 72, 1977
Litografia / Serigrafia 10/06/2021 €10.000

Aggiudicazioni ultimi 12 mesi

Francis Bacon valutazione opere

VoR
ULTIMO AGGIORNAMENTO
15 Agosto 2022
ValutaOpere Rating (VoR): un dato sintetico che indica commerciabilità, solidità e crescita del prezzo
Percentuali opere per categoria
Potresti essere interessato a