Roy Lichtenstein

Roy Lichtenstein

New York, 1923 - 1997
Ricevi aggiornamenti
new!

Roy Lichtenstein frequenta a New York l’Art Students League sotto la guida di Reginald Marsh. Dopo la guerra assiste ai corsi di pittura di Hoyt Sherman che influenzerà tutto il lavoro successivo. Alternando diversi lavori (insegnante e designer), compie la prima mostra nel 1951 esponendo opere dal timbro cubista ed espressionista.
Nel 1956 inizia a realizzare litografie come Ten Dollar Bill, avvicinandosi alle tematiche Pop. Torna a New York ricoprendo l’incarico di assistente presso la State University. In questo frangente le opere di Roy Lichtenstein riflettono in modo inequivocabile l’espressionismo astratto, su cui compaiono i primi personaggi dei fumetti come Paperino, Topolino e Bugs Bunny.
Nel 1961, in modo sistematico, aggiunge nelle sue opere elementi pubblicitari che vengono amalgamati mediante un reticolo (Ben-Day), che sarà il suo timbro stilistico inconfondibile. Anziché il puntinismo, tecnica tesa a far apparire omogenea l’opera da lontano, Roy Lichtenstein enfatizza la tecnica tipografica realizzando un grande reticolo attraverso cui concilia le numerose immagini prodotte dalla società moderna.
Nel 1963 Philip Johnson, in occasione dell’Esposizione Universale del 1964, gli commissiona un grande murale rivolto al New State Pavillon. Nello stesso anno espone presso la galleria di Leo Castelli a New York ed a Parigi presso la galleria Ileana Sonnabend.
Nel 1965 si avvicina alla scultura mediante l’uso della ceramica e prosegue la serie di dipinti Brushstroke, attraverso i quali restituisce la matericità in modo gestuale. Nel 1966 è invitato alla Biennale di Venezia, presentando in seguito una grande personale al Museum of Modern Art di Cleveland.
L’autore dunque mescola l’arte alta con l’arte bassa ossia l’avanguardia si accosta al kitsch attraverso i prodotti di massa. Le opere di Roy Lichtenstein vengono continuamente esposte e nel 1967 il Pasadena Art Museum gli organizza una retrospettiva itinerante raggiungendo Londra, Amsterdam, Hannover e Berna. Ormai artista celebre in tutto il mondo, partecipa a Documenta di Kassel del 1968 e 1972 e, nel 1969, il Salomon Guggenheim di New York gli dedica la seconda retrospettiva.
Più avanti l’autore si rivolge al cinema sperimentale realizzando tre film. A seguito di numerosi riconoscimenti espositivi e istituzionali, le sue opere sono visibili nel Musei più importanti al mondo.

235
Totali aggiudicazioni

Roy Lichtenstein prezzi aggiornati

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 5 anni

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni

2022
2023
2024

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Litografia / Serigrafia

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Tecnica mista

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato

Roy Lichtenstein aggiudicazioni

Roy Lichtenstein Vendite in Asta: ultime aggiudicazioni

Img Opera Categoria Data Ultima offerta
Blonde Waiting
59 x 84, 1995
Litografia / Serigrafia 15/05/2024 €850
The Melody Haunts My Reverie
58.5 x 68.5, 1990
Litografia / Serigrafia 15/05/2024 €800
Merton of the movies
51 x 75, 1968
Litografia / Serigrafia 15/05/2024 €200
Hommage to Max Ernst
66 x 51, 1975
Litografia / Serigrafia 24/04/2024 €3.000
Pyramids
35 x 94, 1969
Litografia / Serigrafia 22/04/2024 €12.500

Aggiudicazioni ultimi 12 mesi

Roy Lichtenstein valutazione opere

VoR
ULTIMO AGGIORNAMENTO
18 Giugno 2024
ValutaOpere Rating (VoR): un dato sintetico che indica commerciabilità, solidità e crescita del prezzo
Percentuali opere per categoria
Potresti essere interessato a