Joan Miro

Joan Miro

Barcellona, 1893 - Palma di Maiorca, 1983
Ricevi aggiornamenti
new!

Joan Mirò, appassionato di disegno fin da bambino, studia all’Accademia Golì e successivamente al Circolo Artistico di Sant Lluc. A partire dal 1946 affitta uno studio entrando in contatto con personalità dell’arte e conoscendo il fauvismo. Nel 1920 si trasferisce a Parigi, dove conosce Picasso ed il nascente dadaismo che orienterà le sue scelte artistiche. Nel 1926 collabora con Max Ernst per la scenografia di “Romeo e Giulietta”, aderendo al movimento surrealista.
Joan Mirò disprezza l’arte precedente giungendo a una nuova espressione che parte dalle prime figure inconsce come il cerchio, la linea, i colori primari: una grammatica visiva che appartiene a tutti. Per Joan Mirò l’oggetto non rappresenta più se stesso ma diviene il mezzo attraverso cui il mondo dell’immaginazione si esprime.
La sua arte è libera e pura, lontana dalle costrizioni della prospettiva e delle forme in sé. Attraverso i suoi quadri - ed in seguito attraverso le sue opere in ceramica -  esprime una visione allegra e dinamica della vita, che non si lascia intrappolare da nulla.
L’artista tiene la sua prima mostra personale alla Galeries Dalmau, nel 1918. Due anni più tardi, si trasferisce a Parigi ed entra a fare parte dei gruppo dei pittori di “Mont Martre”, di cui fa parte anche Picasso. Inizia così il suo periodo surrealista, a cui appartengono opere come “Terra Arata” e il “Cavaliere di Arlecchino”.
Lo scoppio della Guerra Civile Spagnola lo costringe a fermarsi per un periodo, e ad allontanarsi dalla Spagna. Rientra a Barcellona nel 1972 e crea la la fondazione Joan Miró, concentrandosi soprattutto sulla scultura e sulla scenografia. Realizza la statua "Dona i coeli”, che si trova nel parco Joan Miró a Barcellona.

Sono davvero numerosi i riconoscimenti che ottiene nel corso della sua carriera artistica. Nel 1954 vince il primo premio per la grafica alla Biennale di Venezia e nel 1958 il Premio Internazionale Guggenheim. Nel 1972 crea la Fundaciò Jean Mirò. Nel 1978 Mirò riceve la Medaglia d'Or de la Generalitat de Catalunya. Nel 1979 l'Università di Barcellona gli conferisce la laurea honoris causa e nel 1980 riceve la medaglia d'oro delle Belle Arti dal re di Spagna Juan Carlos.
L’ultimo periodo della sua carriera è dedicato alla sperimentazione attraverso l’uso della ceramica. Tra le opere più conosciute, bisogna citare “Il Muro della Luna” e “Il Muro del Sole”, entrambe realizzare per il palazzo dell’Unesco di Parigi.

1223
Totali aggiudicazioni

Joan Miro prezzi aggiornati

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 5 anni

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni

2022
2023
2024

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Pittura

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Litografia / Serigrafia

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Scultura

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Disegno

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato
Grande formato

Andamento del Prezzo Medio negli ultimi 3 anni per Tecnica mista

Formato 2022 2023 2024
Piccolo formato
Medio formato

Joan Miro aggiudicazioni

Joan Miro Vendite in Asta: ultime aggiudicazioni

Img Opera Categoria Data Ultima offerta
Oda a Joan Miro
88 x 61, 1973
Litografia / Serigrafia 16/05/2024 €5.500
Senza Titolo
76 x 56, 1975
Litografia / Serigrafia 16/05/2024 €3.900
Senza titolo
46 x 62, 1934
Disegno 16/05/2024 €32.000
Quelques fleurs pour des amis
32.5 x 41, 1964
Litografia / Serigrafia 15/05/2024 €650
Berenar a les roques
64 x 90, 1974
Litografia / Serigrafia 15/05/2024 €5.500

Aggiudicazioni ultimi 12 mesi

Joan Miro valutazione opere

VoR
ULTIMO AGGIORNAMENTO
29 Maggio 2024
ValutaOpere Rating (VoR): un dato sintetico che indica commerciabilità, solidità e crescita del prezzo
Percentuali opere per categoria
Potresti essere interessato a